Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Bocconotti, dolcetti abruzzesi

Gennaio 16th, 2016

bocconotti abruzzesiSono dei dolcetti tipici dell’Abruzzo, detti così perchè mangiati in un solo boccone ed accompagnati al vino passito. I più conosciuti sono quelli di Castel Frentano, in provincia di Chieti, perchè il ripieno è caratterizzato da: cioccolato, cannella e mandorle tostate.
L’origine di questo dolce risale al Settecento quando una domestica, per rendere omaggio al suo padrone, creò questa particolare ricetta; unì infatti il caffè e il cioccolato (due prodotti importati) all’interno della pasta frolla. Man mano notò che il ripieno era liquido e decise di aggiungere le mandorle e di chiudere per bene i bordi del dischetto del dolcetto. A fine cottura, per renderlo più gustoso, spolverizzò il bocconotto con lo zucchero a velo e conquistò così il palato del suo Signore.
Esiste anche la variante salata: la pasta sfoglia sostituisce quella frolla mentre il ripieno è a base di: funghi, pollo, animelle e tartufo.

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: media
TEMPO DI PREPARAZIONE: 1 ora
TEMPO DI COTTURA: 30 minuti
DOSI: 6 pezzi
CALORIE: 150 a pezzo

INGREDIENTI:
- per la pasta frolla:

farina
250 gr di farina 00
zucchero
80 gr di zucchero
uova
1 tuorlo
olio
130 ml di olio d’oliva
marsala
2 cucchiai di Marsala
limone
la scorza di mezzo limone grattuggiata

 

- per il ripieno:

acqua
250 ml di acqua
cioccolato fondente
100 gr di cioccolato fondente
zucchero
100 gr di zucchero
mandorle
100 gr di mandorle tostate
caffè
1 cucchiaino di caffè solubile
uova
2 tuorli d’uovo
cannella
un pizzico di cannella
zucchero a velo
zucchero a velo q.b.    

 

FASI DI PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparate la pasta frolla: lavorate il tuorlo con lo zucchero, aggiungete man mano l’olio e la farina; infine unite il Marsala e la scorza del limone grattuggiata.

Lavorate energicamente l’impasto per 10 minuti finchè non avrete ottenuto una palla compatta. Successivamente preparate il ripieno: sciogliete nell’acqua lo zucchero e portate ad ebollizione; a questo punto unite il cioccolato, le mandorle tostate ed il caffè.

Una volta che il tutto si fredda aggiungete i tuorli e la cannella. Cuocete a fuoco medio per 10 minuti finchè avrete ottenuto una crema.

Munitevi di sei pirottini che andrete a foderare con la pasta frolla; all’interno di ognuno mettete due cucchiai di ripieno. Ponete sopra un altro dischetto di pasta e chiudete per bene i bordi. Infornate, in forno preriscaldato, per mezz’ora a 180°.

Una volta cotti sfornateli e quando saranno freddi spoverizzate con abbondante zucchero a velo.

Conoscevate questa ricetta? Preparate dei dolcetti simili?

Biscotti morbidi al limone

Aprile 10th, 2018
biscotti morbidi al limoneI biscotti morbidi al limone sono dei gustosi pasticcini dal cuore profumato e morbido. Ogni morso si scioglie in bocca e rilascia un’intensa nota agrumata. La loro preparazione è piuttosto semplice ed richiede pochi minuti. I biscotti sono perfetti per essere consumati al mattino o anche come una deliziosa merenda.

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: bassa
TEMPO DI COTTURA: 12 minuti
TEMPO DI PREPARAZIONE: 15 minuti
DOSI: 15 pezzi
CALORIE: 459 ogni 100 grammi

INGREDIENTI:

farina
260 gr di farina
uova
2 uova
amido di mais
2 cucchiaini di amido di mais
burro
100 gr di burro
formaggio cremoso
110 gr di formaggio cremoso
limone
scorza di limone q.b.
zucchero
200 gr di zucchero
bicarbonato
1 cucchiaino di bicarbonato    

 

FASI DI PREPARAZIONE:

In una ciotola, versate lo zucchero con il burro e il formaggio cremoso. Amalgamate il tutto e dopo unite l’uovo con il bicarbonato e l’amido di mais. Infine aggiungete la farina e incorporatela per bene all’impasto.

Una volta ottenuto un panetto omogeneo, formate tante palline che andranno disposte su una teglia foderata di carta forno. Fate riposare il tutto in frigo per 30 minuti prima di infornare. Trascorso il tempo necessario, preriscaldate il forno a 180° e cuocete i vostri biscotti per 12 minuti. Quando sono ben dorati in superficie sfornateli e buon appetito!

Mio fratello di Biagio Antonacci ft. Mario Incudine

Aprile 10th, 2018
Mio fratello di Biagio Antonacci ft. Mario Incudine

ARTISTA: Biagio Antonacci
COLLABORAZIONE: Mario Incudine
TIPO DI CANZONE: terzo singolo estratto dal suo quattordicesimo album
ALBUM: Dediche e manie (2017)
GENERE: folk raggae
ETICHETTE: Iris e Sony Music
TEMA DEL BRANO: la storia di una e mille famiglie, in cui un fratello si perde e l’altro resiste nell’attesa di vederlo tornare. Al momento del ritorno subentra la necessità del perdono, il quale scaccia via il passato.
PROTAGONISTI DELLA CLIP: Giuseppe e Rosario Fiorello
DATA DI PUBBLICAZIONE: venerdì 6 aprile 2018

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Mio fratello era forte ribelle e più bello di me 
Avevamo una donna in comune e una macchina in tre 
Mi faceva conoscere gente che poi malediva 
Mi parlava di stati sovrani e di nuove famiglie

Mio fratello rubava le sedie per stare più su 
Mi diceva che tanta fortuna sarebbe arrivata 
In un piccolo pezzo di terra mio padre pregava 
Lo guardava negli occhi e temeva di averlo capito 

Salvo l'uomo che bussa alla mia porta 
Salvo l'uomo che canta alla finestra 
Salvo l'uomo che scrive 
Salvo l'uomo che ride 
Salvo l'uomo e sarà un giorno di festa 
Mai più mai più mai più mai più dolor 

Mio fratello un bel giorno è sparito 
E non ha ringraziato 
C'è mia madre che ancora lo aspetta per l'ora di cena 
Lui non era cattivo ma aveva un destino scolpito 
Non lo cerco perché se lo trovo lo ammazzo da me 

Salvo l'uomo che bussa alla mia porta 
Salvo l'uomo che canta alla finestra 
Salvo l'uomo che scrive 
Salvo l'uomo che ride 
Salvo l'uomo e sarà un giorno di festa 
Mai più mai più mai più mai più dolor 


Tu ça talii a mia pensa a taliari a tia 
Lassami campari nuddu mi po' giudicari 
Tu ça talii a mia pensa a taliari a tia 
Lassami cantari chista è sulu na canzuni 
Calatili tutti li occhi se vi truvati davanti a li specchi 
Ca tuttu chiddu ca nun si pò ammucciari 
Agghiorna come la luci do suli 
Tira la petra cu è senza piccatu 
Nun c’è cunnanna nun c'è cunnannatu 
Haiu vistu lu munnu vutatu 
La pecura zoppa assicuta lu lupu 

Salvo l'uomo che bussa alla mia porta 
Salvo l'uomo che canta alla finestra 
Salvo l'uomo che scrive 
Salvo l'uomo che ride 
Salvo l'uomo e sarà un giorno di festa 
Mai più mai più mai più mai più dolor 
Mai più mai più mai più mai più dolor

Continua... »

Coffee Lake, i nuovi processori Intel

Aprile 5th, 2018
processori intel coffee lake

Intel, la nota azienda californiana, ha presentato a Pechino i nuovi processori Coffee Lake impiegati nei notebook e nei personal computer.

Nella categoria fanno parte diversi modelli come: il Core i9-8950HK a 6 core/dodici thread con tecnologia Thermal Velocity Boost che raggiunge i 200 MHz e i-Core i7-8850H e i7-8750H a 6 core/dodici thread con frequenze inferiori.

Nel listino “Desktop” fanno parte tre nuovi modelli “standard power” e 6 “low power". I primi tre sono Core i5 mentre gli altri Core i7. Un’ulteriore novità sono perfino i chipset H370, H310, Q370 e B360 con USB 3.1, PCI Express 3.0 e WiFi 802.11 ac.

Alessandro Borghese Kitchen Sound 4 programma culinario

Aprile 5th, 2018
kitchen sound 4

Da lunedì 16 aprile va in onda su Sky Uno, poco prima di pranzo, la quarta stagione di “Kitchen Sound", condotto da Alessandro Borghese. Il famoso chef proporrà delle brevi ricette, riepilogate a fine puntata a ritmo di musica. 

Le puntate, in tutto 100, sono suddivise in varie tematiche: “Ale’s Choice", dove Alessandro cucinerà i suoi piatti forti; “Pizza", con la presenza in studio di noti pizzaioli, “Kids", ovvero le pietanze amate dai piccoli; “Icrecream", dove noti pasticceri sveleranno i segreti del gelato ed infine “Rolls", pietanze ripiene come cannelloni, calzoni ed involtini. 

Perchè sbadigliamo?

Aprile 5th, 2018
sbadiglio

Secondo un recente studio scientifico, ideato da Andrew Gallup (noto psicologo di New York), lo sbadiglio consente di regolare la temperatura del nostro cervello.

Inoltre questa azione volontaria compiuta dal nostro organismo si manifesta con frequenza in estate rispetto all’inverno perchè l’aria fredda regola le funzioni del nostro cervello (ipotesi dimostrata nel 2007 applicando su alcuni soggetti del ghiaccio sulla fronte).

Lo sbadiglio è anche sinonimo di sonno e tale supposizione è stata confermata dai Bakairi, una popolazione etnica brasiliana, che ritiene questo stato di sonnolenza contagioso e fonte di sonno.