Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Bocconotti, dolcetti abruzzesi

Gennaio 16th, 2016

bocconotti abruzzesiSono dei dolcetti tipici dell’Abruzzo, detti così perchè mangiati in un solo boccone ed accompagnati al vino passito. I più conosciuti sono quelli di Castel Frentano, in provincia di Chieti, perchè il ripieno è caratterizzato da: cioccolato, cannella e mandorle tostate.
L’origine di questo dolce risale al Settecento quando una domestica, per rendere omaggio al suo padrone, creò questa particolare ricetta; unì infatti il caffè e il cioccolato (due prodotti importati) all’interno della pasta frolla. Man mano notò che il ripieno era liquido e decise di aggiungere le mandorle e di chiudere per bene i bordi del dischetto del dolcetto. A fine cottura, per renderlo più gustoso, spolverizzò il bocconotto con lo zucchero a velo e conquistò così il palato del suo Signore.
Esiste anche la variante salata: la pasta sfoglia sostituisce quella frolla mentre il ripieno è a base di: funghi, pollo, animelle e tartufo.

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: media
TEMPO DI PREPARAZIONE: 1 ora
TEMPO DI COTTURA: 30 minuti
DOSI: 6 pezzi
CALORIE: 150 a pezzo

INGREDIENTI:
- per la pasta frolla:

farina
250 gr di farina 00
zucchero
80 gr di zucchero
uova
1 tuorlo
olio
130 ml di olio d’oliva
marsala
2 cucchiai di Marsala
limone
la scorza di mezzo limone grattuggiata

 

- per il ripieno:

acqua
250 ml di acqua
cioccolato fondente
100 gr di cioccolato fondente
zucchero
100 gr di zucchero
mandorle
100 gr di mandorle tostate
caffè
1 cucchiaino di caffè solubile
uova
2 tuorli d’uovo
cannella
un pizzico di cannella
zucchero a velo
zucchero a velo q.b.    

 

FASI DI PREPARAZIONE:

Per prima cosa preparate la pasta frolla: lavorate il tuorlo con lo zucchero, aggiungete man mano l’olio e la farina; infine unite il Marsala e la scorza del limone grattuggiata.

Lavorate energicamente l’impasto per 10 minuti finchè non avrete ottenuto una palla compatta. Successivamente preparate il ripieno: sciogliete nell’acqua lo zucchero e portate ad ebollizione; a questo punto unite il cioccolato, le mandorle tostate ed il caffè.

Una volta che il tutto si fredda aggiungete i tuorli e la cannella. Cuocete a fuoco medio per 10 minuti finchè avrete ottenuto una crema.

Munitevi di sei pirottini che andrete a foderare con la pasta frolla; all’interno di ognuno mettete due cucchiai di ripieno. Ponete sopra un altro dischetto di pasta e chiudete per bene i bordi. Infornate, in forno preriscaldato, per mezz’ora a 180°.

Una volta cotti sfornateli e quando saranno freddi spoverizzate con abbondante zucchero a velo.

Conoscevate questa ricetta? Preparate dei dolcetti simili?

Torta salata Danubio

Marzo 17th, 2016
torta salata danubioE’ una pietanza tipica della Campania, caratterizzata da un impasto sofficile simile a quello delle brioche e dalla forma tonda con tante piccole palline attaccate l’una all’altra. In genere, viene considerato uno sfizioso antipasto oppure aperitivo da consumare insieme agli amici. Potete inoltre sbizzarirvi con qualsiasi ripieno e magari fare trovare, all’interno di ogni pallina, una farcia diversa ai vostri ospiti!

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: difficile
TEMPO DI PREPARAZIONE: 1 ora
TEMPO DI COTTURA: 40 minuti
DOSI: una torta composta da 16 palline
CALORIE: 322 a porzione

INGREDIENTI:

farina
500 gr di farina manitoba
uova
2 uova + 1 tuorlo
patata
1 patata
zucchero
2 cucchiaini di zucchero
latte
100 gr di latte
burro
100 gr di burro
lievito
25 gr di lievito di birra
sale
1 cucchiaio di sale
provola
150 gr di provola
prosciutto
150 gr di  prosciutto cotto
uova
1 uovo per spennellare    

 

FASI DI PREPARAZIONE:

Per prima cosa lessate la patata in acqua bollente e tagliete a cubetti la provola e il prosciutto cotto. Una volta cotta, schiacciate la patata fino a ridurla in purea e unitela, in una ciotola capiente, alla farina. Successivamente aggiungete il burro a temperatura ambiente, le uova e lo zucchero.

Sciogliete, nel latte tiepido, il lievito e versatelo man mano all’impasto preparato in precedenza. Mischiate per bene tutti gli ingredienti e per ultimo salate.

Fate riposare il panetto con uno strofinaccio sopra; dovrà lievitare circa un’ora oppure quando il suo volume sarà raddoppiato.

Trascorso il tempo necessario, riprendete l’impasto ed ottenete delle palline, in tutto 16, di uguale dimensione. Spianate ciascuna di essa e mettete all’interno il ripieno ( il cotto e la provola); richiudete per bene e sigillate con cura i bordi.

Affiancate le palline l’una accanto all’altro, lasciando circa 1 cm tra loro, fino ad ottenere una torta salata circolare. Fate lievitare per un’altra ora e quando le palline sono ben unite cuocete la torta Danubio per 30-40 minuti a 180°.

Una volta cotta, sfornate e servite ben calda! Lo sfizio sarà quello di staccare le varie palline e scoprire il misterioso ripieno!

Conoscevate la ricetta di questa torta salata? Avete realizzato impasti panari di questo formato?

Quando sono lontano di Clementino

Marzo 17th, 2016

quando sono lontano di clementinoARTISTA: Clementino
TIPO DI CANZONE: singolo estratto dal suo ultimo album e brano presentato al Festival di Sanremo 2016
ALBUM: Miracolo! Ultimo round (uscito il 19 febbraio 2016)
GENERE: pop rap
ETICHETTA: Universal Music Italia
TEMA DEL BRANO: le persone che sono lontane dalla propria terra e proprio la lontananza è frutto della nostalgia, ma simbolo anche di grande forza.
ISPIRAZIONE: un concerto tenutosi a New York, a Brookylin, dove qui ha notato molti siciliani, calabresi e napoletani che hanno così dato vita alla canzone, con i loro pezzi di storia, di Clementino.
PRODUTTORE DEL VIDEO: Mauro Russo
DATA DI PUBBLICAZIONE: giovedì 11 febbraio 2016

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Vorrei tornare indietro! Ma quanti sbagli fra’
ho capito che non li ripeto,
Il cuore dentro si era fatto qui come la pietra,
A 15 anni una promessa che volevo questo e prendermi anche una cometa.
Quante notti oscurate, nocche spaccate, note stonate, quanti dei nostri a fare le cose sbagliate.
C’è chi si è perso dietro un muro e chi va avanti per il suo, c’è chi ha la forza tutti i giorni e poi combatte il buio.
Io che sto qui a guardare il mondo da più sfumature, lontano da mamma e papà dove sono le cure?
Circondato dal disordine, scappato come rondine, se guardo il mare fra’ mi sento un vortice.
E quann stong luntan, ricordo qualche anno fa
Guagliun miez a na via, na luce ind’a sta città
E mo ca song emigrante, e voglio o ciel a’guardà
Penso ca’ si stat a primma, tu si tutt a vita mia.
Quante cose cambiate negli anni
Un amico mi chiamava e diceva frate’!!!
«Perché se cadrai io ti rialzerò
O mi sdraio qui vicino a te»
La storia di un musicante emigrante anima vagante
E guarda come cambia tutto quando sei distante
E la voglia di sentirti grande
5 ragazzi e un volante
Uanema santa
«Ma k capa vacant»
Così mi tengo stretto dentro tutto quello che ho
Pregando che dall’alto qualcuno ci salvi perciò
Chi porta i figli a scuola tutti i giorni spera in un futuro migliore
E c’è chi guarda fuori e prega il Signore
Me lo lo riscrivo adesso con l’inchiostro sulla pelle
Di tutti quei ricordi come schiavi nelle celle
I chiari di luna, la notte più infame e ribelle.
Noi da bambini volevamo toccare le stelle.
E quann stong luntan, ricordo qualche anno fa
Guagliun miez a na via, na luce ind’a sta città
E mo ca song emigrante, e voglio o ciel a’guardà
Penso ca’ si stat a primma, tu si tutt a vita mia.
E voglio o’ciel a guarda da quando ero in fasce
Come fenice che fra poi da zero rinasce
Apar vasc, guardo fuori che piove è tempesta
Chi muore presto e nelle mani qua polvere resta.
Tutti quelli scappati altrove...
Fammi vedere il colore li dove non c’è sole
Il tempo che fra’ è passato qui
Ma ce truov semp miez a via!!!
E quann stong luntan, ricordo qualche anno fa
Guagliun miez a na via, na luce ind’a sta città
E mo ca song emigrante, e voglio o ciel a’guardà
Penso ca’ si stat a primma, tu si tutt a vita mia.
Ma ce truov semp miez a via!!!
Ma ce truov semp miez a via!!!
Ma ce truov semp miez a via!!!
Ma ce truov semp miez a via!!!


Supernatural 9 serie tv

Marzo 17th, 2016
supernatural 9 serie tvDa domenica 21 febbraio su Joi va in onda una serie tv basata su fenomeni paranormali ovvero “Supernatural". Si tratta della nona stagione ideata, nel lontano 2005, da Eric Kripke.

Trama: Sam, dopo aver chiuso i cancelli dell’inferno, entra in coma e Dean, pregando gli angeli presenti sulla Terra, vuole cercarle di salvarlo. Uno di loro, di nome Ezechiele, si propone di dargli una mano ma in realtà non è così; egli ha infatti assunto una falsa identità ed è alleato con Metatron per poter uccidere Kevin.

Gli angeli intanto si schierano in diversi gruppi e alcuni vogliono uccidere Castiel, il quale ottiene la grazia di un altro angelo per riavere i suoi poteri. Abbandon invece vuole conquistare il dominio sui demoni ma deve essere, in poco tempo, eliminato insieme a Metatron solo con l’aiuto della “Prima Lama", l’arma usata da Caino per uccidere il fratello Abele. Come fare per ottenerla? Bisogna desiderare di uccidere sempre!

Finalmente Dean riesce ad averla ed uccide così Abbandon mentre ferisce Metatron che, in seguito, viene imprigionato dagli angeli.

Vi intrigano i fenomeni paranormali? Avete seguito le precedenti stagioni?

 

Un paese quasi perfetto (2015) di Massimo Gaudioso

Marzo 17th, 2016

locandina film un paese quasi perfettoREGIA: Massimo Gaudioso
CAST: Silvio Orlando, Carlo Buccirosso, Nando Paone, Fabio Volo, Miriam Leone e Maria Palato
GENERE: commedia
PAESE DI PRODUZIONE: Italia (2015)
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
DATA DI USCITA NEI CINEMA: giovedì 24 marzo 2016

TRAMA:
Gli abitanti di un piccolo paese devono coinvogere un dottore ad abitare dalle loro parti, per ottenere in cambio una fiorente economia con la creazione di una nuova industria. Riusciranno i coincittadini ad abbindolare, con il loro astuto piano, il dottore di turno?

TRAILER:

Un paese quasi perfetto

Amazon e il pagamento degli acquisti con i selfie

Marzo 16th, 2016
amazon e il pagamento con i selfieI selfie, come ben si sa, sono la tendenza del momento in ambito fotografico e, ben presto, potrebbero trovare applicazione anche negli acquisti online specialmente sul sito Amazon.

In questo modo, le password diventano dei sistemi obsoleti che vengono appunto sostituiti con uno scatto fotografico o un video perchè, secondo l’azienda, il sistema degli acquisti diventerebbe più sicuro.

Il processo è ovviamento complicato perchè anche il pc deve adattarsi a tale situazione lanciando dei messaggi all’utente, che lo spingono a compiere determinate azioni o gesti del volto. Solo facendo così il potenziale acquirente viene riconosciuto dell’insieme e potrà effettuare tranquillamente la sua spesa sul web.

Bisogna anche ricordare che un sistema simile è stato adottato, l’anno precedente, dal presidente Alibaba Jack e prossimamente anche il sito Mastercard potrebbe adoperare questa nuova tecnologia.

Siete d’accordo ad effettuare acquisti online con un selfie o preferite i sistemi tradizionali?