Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Archivi per: Gennaio 2017

A3 Xl, lo smartphone economico dell'Alcatel

Gennaio 23rd, 2017
a3 xl alcatelAl Ces 2017 di Las Vegas, l’azienda Alcatel ha presentato il suo phabet di fascia bassa: l’A3 Xl con schermo da 6′’. Dal punto di vista estetico, è dotato di: display IPS risoluzione HD mentre sotto quello hardware possiede: un processore quad core media Tek MT8735B, 1 GB di Ram, 8 GB di memoria flash espandibile con schede micro SD e lettore di impronte digitali.

Le fotocamere invece sono due: quella frontale da 5 megapixel e quella posteriore da 8; Android 7.0 Nougat è il sistema operativo installato.

Lo smartphone Alcatel sarà disponibile in commercio, in Italia, dalla secondà metà del 2017 anche se il suo costo è tutt’ora ignoto.

Bastoncini di pesce casalinghi

Gennaio 23rd, 2017

bastoncini di pesce casalinghiE’ un secondo piatto di pesce che, in genere, si trova al supermercato nel banco congelatore ma, in pochi passaggi, può essere realizzato anche a casa. La ricetta richiede un po’ di tempo ma di certo il risultato è assicurato; la sua croccante panatura vi conquisterà fin dal primo morso e inoltre tale pietanza piacerà anche ai più piccoli.

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: media
TEMPO DI PREPARAZIONE: 40 minuti
TEMPO DI COTTURA: 20 minuti
DOSI: 4 persone
CALORIE: 249 ogni 100 grammi

INGREDIENTI:

merluzzo
500 gr di  merluzzo
farina
2 cucchiai di farina 00
uova
2 uova
sale
sale q.b.
pangrattato
150 gr di pangrattato    

 

FASI DI PREPARAZIONE:

Per prima cosa tagliuzzate i filetti di merluzzo, tritateli nel mixer con la farina finchè il composto sarà ben omogeneo ed unite il sale.

Adesso con le mani ottenete delle sagome rettangolari, passatele prima nelle uova sbattute e dopo nel pangrattato.

Cuoceteli, in forno preriscaldato, per 20 minuti a 180°. Se preferite friggere i bastoncini usate l’olio di semi di arachidi. Consumateli ben caldi e magari accompagnateli alle patate.

Avete provato questa ricetta? Cosa ne pensate di questi bastoncini casalinghi?

 

Rai dire niùs programma tv

Gennaio 23rd, 2017
gialappiDa lunedì 13 febbraio andrà in onda su Rai Due alle 21.00 la trasmissione “Rai dire niùs” (trascrizione di news ovvero notizie) ideata e condotta dai Gialappi.

Marco Santini, Carlo Taranto e Giorgio Gherarducci avranno così uno spazio loro, dal lunedì al venerdì, dopo il Tg serale dove narreranno gli eventi o i fatti più importanti del giorno ed esprimeranno anche i loro pareri o commenti.

Ad affiancarli ci saranno, in studio, anche il Mago Forrest e Mia Celan, la presentatrice di “Uno Mattina Estate".

Podríamos Regresar di Tiziano Ferro

Gennaio 23rd, 2017

Podríamos Regresar di Tiziano FerroARTISTA: Tiziano Ferro
TIPO DI CANZONE: versione spagnola del primo singolo "Possiamo ritornare"
ALBUM: Il mestiere della vita (2016)
GENERE: pop
ETICHETTA: Universal
PRODUTTORE DEL VIDEO: Gaetano Morbioli
INFO SUL VIDEO: è in bianco e nero ed il contenuto è simile a quello italiano
DATA DI PUBBLICAZIONE: giovedì 19 gennaio 2017

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Cada oración es prometer a Dios
Eso yo nunca lo he olvidado.
Todavía no ha llegado mi oración,
Al menos no aun en el camino que he esperado.

Perdonar presupone a odiarte,
Si dijera que no sé la razón, tendría que mentirte,
Y sabes bien como soy mintiendo...
Todavía te extraño demasiado demasiado...

Pasé el día haciendo memoria
En la canción que no había escuchado.
Después de todo, sé que con nadie vas a reír y llorar como conmigo,
Y sé que esto, esto también.

En casi treinta años se ama demasiado,
Entonces en la vida llovió sin notificar.
Reírse del momento cuando pasa
Y recordemos al mundo lo que solíamos ser y que podríamos volver.

Paso la vida con la esperanza de ser comprendido
Por mis amigos, familiares antes que termine,
Y todavía es sólo un camino, el mismo,
Siempre busco el más largo, el más complejo.

Entonces, ¿Por qué a evitar frente a frente,
¿Y por qué me miras, si puedes reclamarme?
¿Recuerdas que el cielo enseñó en 2013
Que tú y yo no sabemos creer en el odio.

Pasé el día haciendo memoria
En la canción que no había escuchado.
Después de todo, sé que con nadie vas a reír y llorar como conmigo,
Y sé que esto, esto también.

Casi treinta años se aman realmente demasiado,
Entonces la vida llovió sobre sin notificar.
Reírse en la cara del momento cuando pasa
Y recordemos el mundo que solíamos ser y que podríamos volver.

Hacer la música más fuerte
para desafiar la muerte,
Acaricia mi herida
De modo que pueda desafiar la vida.

Pasé el día haciendo memoria
En la canción que no había escuchado.
Después de todo, sé que con nadie vas a reír y llorar como conmigo,
Y sé que esto, esto también.

Casi treinta años se aman realmente demasiado,
Entonces la vida llovió sobre sin notificar.
Reírse en la cara del momento cuando pasa
Y recordemos el mundo que solíamos ser y que podríamos volver.

Come evitare l'alito cattivo dell'aglio?

Gennaio 23rd, 2017
aglioSiete dei ghiottoni di aglio ma, una volta mangiato, avete timore a stare a contatto con gli altri? Ecco le soluzioni che fanno al caso vostro, testate da un gruppo di ricercatori.

E’ importante abbinare l’aglio a cibi freschi come la mela, gli spinaci, la menta o il prezzemolo. Questi cibi infatti, interagendo con alcune sostanze dell’aglio come: allina, allicina e ajoene, provocano una reazione detta enzimatica e non fanno così percepire l’odore nauseabondo.

Altri metodi sono invece: il the verde che neutralizza la puzza con la sua azione polifenica e il limone oppure le bibite gassate che danno vita ad una reazione acida che “annienta” le molecole dell’aglio poco gradevoli per il nostro olfatto.

Provate anche voi uno di questi rimedi e fateci sapere quali risultati avete ottenuto…