Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Archivi per: Gennaio 2017, 10

Ricetta calamari ripieni

Gennaio 10th, 2017
calamari_ripieniI calamari ripieni sono una ricetta molto conosciuta tanto che il celebre Artusi nè pubblicò una versione nel suo libro. Anzichè utilizzare i calamari per la ricetta si servì dei totani.
I calamari sono un ottimo secondo piatto. Sono ideali da cucinare ripieni grazie alla loro forma simile a un sacchetto. Al forno vengono molto gustosi sia cucinati in bianco sia con un tocco di sugo che gli conferisce un pizzico di colore e gusto in più.
CONSIGLIO: controllate spesso la cottura perchè se troppo prolungata possono restringersi e diventare gommosi.

INFORMAZIONI:
DIFFICOLTA’: MEDIA
TEMO DI PREPARAZIONE: 30 MINUTI
TEMPO DI COTTURA: 15 MINUTI
DOSI: PER 4 PERSONE
CALORIE: 384 PER PORZIONE

INGREDIENTI:

aglio
2 spicchi di aglio
vino bianco
una spruzzata di vino bianco
prezzemolo
un cucchiaio di prezzemolo tritato
calamari
500 gr di calamari
olio d'oliva
3 cucchiai di olio d’oliva    

 

PER IL RIPIENO:

aglio
2 spicchi di aglio
prezzemolo
2 cucchiai di prezzemolo tritato
sale
sale q.b.
pepe
pepe macinato q.b.
uova
2 uova
30 gr di parmigiano reggiano grattuggiato
vino bianco
una spruzzata di vino bianco
olio extravergine d'oliva
3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
pangrattato
120 gr di pangrattato
alici
6 filetti di alici o acciughe sottolio        

 

FASI DI PREPARAZIONE:

cottura_calamari_ripieniPer prima cosa pulite per bene i calamari e conservate le tasche. Tagliete i tentacoli finemente con un coltello. In una pentola mettere 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, due spicchi di aglio e i filetti di alici o acciuga sminuzzati. Lasciate cuocere finché i filetti non si saranno sciolti e incorporate i tentacoli sminuzzati. Sfumate il tutto con il vino bianco.

Successivamente ammollate il pangrattato che andrete ad aggiungere ai ciuffi di calamari per farla insaporire. Aggiungete anche il prezzemolo tritato e dopo versate il tutto in una terrina. Mettete le uova intere e il parmigiano più sale e pepe a vostro piacere e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Così il ripieno dei calamari è pronto. Iniziate a riempirli ma non fateli stracolmi perchè il ripieno in cottura potebbe fuoriuscire. Fissate l’estremità del calamaro con uno stuzzicadente. Mettete due spicchi d’aglio nell’olio e fate dorare i calamari ripieni, girandoli di tanto in tanto e sfumate con il vino bianco. Cuocete per circa 10 minuti e aggiustate di sale. Poco prima della fine della cottura spargete una manciata di prezzemolo tritato sui calamari coperti in un tegame.

Avete provato questo sfizioso secondo piatto di pesce? Avete dei suggerimenti per questa ricetta…

Polaroid Hoop, la videocamera per la sorveglianza della casa

Gennaio 10th, 2017
polaroid hoopAl CES 2017 di Las Vegas, l’azienda Polaroid ha presentato un nuovo prodotto per la videosorveglianza: Hoop, ideata dalla C+A Global.

La videocamera funziona in due maniere: con le batterie o con l’ energia elettrica; in entrambi i casi è resistente sia all’acqua che ad agenti atmosferici esterni.

Come deve essere installata? In primis con un’app per dispositivi mobili, dopo viene collegata alla rete WiFi di casa ed infine viene installato il terminale che consente di tener sotto controllo le varie immagini che essa trasmette.

Quest’ultime vengono infatti installate in una scheda SD oppure con un cloud opzionale a pagamento. Quando sarà disponibile in commercio la videocamera? In primavera ad un costo pari a circa 200 dollari negli Stati Uniti.

 

O' Mare mio programma tv

Gennaio 10th, 2017
o' mare mio programma tvA partire da lunedì 9 gennaio va in onda su Nove, in prima serata, la nuova trasmissione “O’ mare mio” con Antonino Cannavacciuolo. Il viaggio dello chef si articolerà in quattro puntate, ognuna ambientata in un posto marino differente. Fra essi ci sono: Lerici, in Liguria; Porto Cesareo, in Puglia ed Aci Trezza e Porticello in Sicilia.

Antonino sarà protagonista di una battuta di pesca insieme ad alcuni pescatori locali e spiegherà le tradizioni del posto, l’esperienza in mare e le prelibatezze culinarie che lui stesso cucinerà a bordo del peschereccio.

La sua esperienza proseguirà anche a terra; qui scoverà i tre chef più bravi, i quali a loro volta saranno partecipi di una sfida culinaria. Quest’ultima consisterà nel preparare i piatti tipici del borgo marino che gli stessi abitanti dovranno assaggiare e giudicare.

Ci si arrende di Zucchero ft Mark Knopfler

Gennaio 10th, 2017

Ci si arrende di Zucchero ft Mark KnopflerARTISTA: Zucchero
COLLABORAZIONE: Mark Knopfler
TIPO DI CANZONE: quarto singolo estratto dall'ultimo album
ALBUM: Black Cat (2016)
GENERE: pop
ETICHETTA: Universal
INFO: Zucchero immagina Marzia, il primo "amore di campagna", e le confessa che è impossibile provare ancora dei sentimenti perché non si è più così genuini come da ragazzi e che bisogna arrendersi al fatto che non c'è più quella purezza. Il brano è presente anche nella versione inglese "S.O.S (Street of Surrender)"
PRODUTTORE DEL VIDEO: Gaetano Morbioli
DATA DI PUBBLICAZIONE: 6 gennaio 2017

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Amore mio di campagna
Sole in questa terra di nebbia
E gente di bocca buona

Quanto ti vorrei
Dentro le giovani estati
Anche adesso
Ora che il più bello di noi due
È già volato via e non ritorna più

Ma sì vedi vedi
Come s'incendia la notte
Come anche un ricordo
Brucia l'anima
Che si arrende

Ma sì bevi bevi
Bevimi sono la pioggia
Pioggia che passa e rimane
Dentro l'anima
Che si arrende
Oh che si arrende
Per te…. si arrende

Ti rimpiango sai
Anche se un solo saluto
È qualcosa che resta
In questa festa di malinconia

Quanto ti vorrei
Dentro le futili estati
Anche adesso
Ora che il meglio di noi due
È già volato via
E non ritorna più

Ma sì vedi vedi
Come s'incendia la notte
Come anche un ricordo
Brucia l'anima
Che si arrende

Ma sì bevi bevi
Bevimi sono la pioggia
Pioggia che passa e rimane
Dentro l'anima
Che si arrende
Che si arrende

Ma sì vedi vedi
Come s'incendia la notte
Come anche un ricordo
Brucia l'anima
Che si arrende

Ma sì vivi vivi
Ci bestemmia la notte
Siamo vivi ma sì
Forse di un'idea
Che si arrende
Oh che si arrende

Sai
Ci si arrende

L'uomo che cura 735 cani

Gennaio 10th, 2017
rakesh shuklaRakesh Shukla, un programmatore web e manager in un’azienda informatica, ha una mania: quella di curare gli animali; ad oggi ha infatti aiutato ben 735 cani soli ed abbandonati.

La “The Writers Block", l’azienda che ha fondato insieme alla moglie, non ha infatti soddisfatto appieno l’uomo che a partire dal 2009 ha accolto nella sua casa Kavya, un bellissimo retriever; successivamente si è preso cura di un altro cane e così via.

Ma Rakesh dove tiene i cani? All’ultimo piano della loro azienda, il quale oggi è adibito a canile e ospita ben 735 razze canine. Queste tenere bestiole vengono infatti lasciate emarginate perchè ammalate o con qualche difetto fisico ma, grazie alle cure di Rakesh, riescono ad ottenere un po’ di calore e affetto.