Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Archivi per: Aprile 2016

Concerto del 1 Maggio a Roma

Aprile 30th, 2016

Concerto del 1 Maggio a Roma

Domani, festa dei lavoratori, come di consueto e continuativamente da 25 anni, si svolgerà l’evento musicale tradizionale gratuito organizzato dai sindacati CGIL, CISL e UIL, ovvero l’atteso concerto dell’1 maggio a Roma. Gli artisti invitati, saliranno sul palco di Piazza San Giovanni, e la conduzione è stata affidata a Luca Barbarossa, che, oltre a presentare gli artisti, manterrà viva l’attenzione anche sulle problematiche che ancora oggi affliggono il mondo del lavoro.

Saranno in totale una trentina le esibizioni che si susseguiranno nella serata e l’elenco completo dei cantanti è il seguente: Skunk Anansie, Vinicio Capossela con i Calexico, Max Gazzè, Salmo, Asian Dub Foundation, Tiromancino, Gianluca Grignani, Marlene Kuntz, Coez, Fabrizio Moro, Tullio de Piscpo. Ed ancora, tra gli artisti a Roma per il Concertone ci sono: Bugo, Gary Dourdan feat. Nina Zilli, Dubioza Kolektiv, Nada, Bandabardò, Perurbazione feat. Andrea Mirò, Ambrogio Sparagna, Raiz Mesolella Rossi, Mau Mau, Enzo Avitabile, Miele, Tony Canto, Peppe Barra e Eugenio Bennato. 

Altro evento molto atteso in parallelo, nella stessa giornata, è il concerto di Taranto, promosso nella città dall’anno 2012 quando si formò ilComitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti dopo il sequestro degli impianti inquinanti dell’Ilva. L’intento del gruppo di operai e cittadini che si era formato era quello si spostare, almeno per un giorno, l’attenzione politica e sociale sulle problematiche più urgenti che affliggono il meridione.

Come per le passate edizioni il palco sarà allestito al Parco Archeologico delle Mura Greche e a partire dalle ore 14,00 sarà possibile vedere le esibizioni degli artisti. La conduzione è stata affidata a Valentina Correani, Valentina Petrini e  Andrea Rivera, mentre la direzione artistica sarà nuovamente di Michele Riodino e Roy Paci.

I nomi del cast definitivo dei cantanti che si esibiranno per il concerto primo maggio 2016 a Taranto: Daniele Silvestri, Litfiba, Afterhours, Andrea Rivera, Beatrice Antolini, Niccolò Fabi, Levante, Ministri, LNRipley, Subsonica, Ghemon. All’Uno Maggio di Taranto prenderanno parte quest’anno anche: Teatro degli Orrori, Terraross, Govanni Truppi, SFK, Frank Buffoluto, Mama Majas, Orchestra mancina, Luminal e Fidoguido.

Lo Staff di The Live News augura a tutti una buona festa dei lavoratori.


Prestiti da usura in cambio di oro: così le banche strozzano gli italiani

Aprile 30th, 2016

Prestiti da usura in cambio di oro

La crisi che sta perdurando nello stato italiano è una grossa piaga per il paese. Pensionati, bisognosi, poveri, italiani in difficoltà. I soldi per arrivare a fine mese non bastano, le pensioni sono minime e così i cittadini sono costretti a rivolgersi al banco dei pegni. Impegnano l’oro in cambio di un prestito in denaro, immediata liquidità per fare fronte alle spese di tutti i giorni: acqua, luce, gas e medicine.

Il programma televisivo La Gabbia ha intervistato un signore che usciva dal banco dei pegni, che ha affermato: “Con mille euro al mese,e  con la moglie ammalata bisognosa di cure continue non si può far molto, quelli che impegno sono i gioielli di famiglia costruiti in anni di lavoro". Gli Italiani che impegnano l’oro crescono ad un ritmo sostenuto del 5% l’anno. Tanti, troppi. Costretti a perdere i ricordi di una vita per colpa di una crisi che non perdona. Che non lascia scampo. Sostenuta da uno Stato che richiede tanto e dà poco in cambio. Lo sanno bene i disoccupati, i pensionati, le famiglie con figli.

“Siamo gente disperata - dice un’altra donna in fila al banco dei pegni - qui non chiedi nulla e sono soldi tuoi". Peccato che non sia proprio così.

Molte persone purtroppo non sanno però che il rischio di non rivedere mai il proprio oro, infatti, non è remoto. Il banco dei pegni  "è uno strumento finanziario” che “si basa sul valore del bene dato in pegno e non sulla valutazione del merito di credito del cliente". Il debitore porta “oggetti d’oro gioielli diamanti e pietre preziose orologi d’oro o di marca” e viene fatta “una perizia di stima allo sportello da un perito estimatore". Il quale decide quanti soldi dare, si tiene l’oggetto prezioso e “rilascia una polizza che garantisce il proprietario e gli consentirà di riscattare il bene impegnato, presentandola allo sportello". Di solito la polizza dura 6 mesi: al termine il debitore può riconsegnare il denaro preso in prestito, maggiorato di un interesse, e riprendere i preziosi. Se non lo si fa, dopo 30 giorni dalla scadenza del prestito (a meno che non lo rinnovi per ulteriori 6 mesi, corrispondendo gli interessi maturati e il diritto fisso di custodia), la banca “venderà i beni in pegno in asta pubblica".

Dove sta la fregatura? Semplice, nella valutazione. L’inviata de La Gabbia, infatti, si è fatta valutare una catenina 17,80 grammi: 180 euro, cui vanno aggiunti più 12 di interessi. Solo che facendola valutare da un esperto “Compro Oro", si evince che la stessa catenina vale esattamente il doppio: 360 euro. Così la banca non solo guadagna gli interessi, ma se il debitore non rientrerà del debito quasi gli conviene: potrà rivendere l’oro al doppio di quanto lo ha ottenuto concedendo il prestito.

Stonewall (2015) di Roland Emmerich

Aprile 30th, 2016

Stonewall

DATA USCITA NEI CINEMA: 05 maggio 2016
GENERE: Drammatico , Storico , Sentimentale
ANNO: 2015, USA
REGIA: Roland Emmerich
CAST: Jeremy Irvine, Jonathan Rhys Meyers, Ron Perlman, Joey King, Karl Glusman, Caleb Landry Jones, Atticus Mitchell, Matt Craven, David Cubitt
DISTRIBUZIONE: Adler Entertainment



 

TRAMA

Ci sono momenti che segnano la Storia, senza i quali i diritti che oggi sembrano scontati semplicemente non esisterebbero, o non sarebbero mai stati conquistati come legittimi: la marcia di Selma, le suffragette fino ad arrivare ai moti di Stonewall. Stonewall è la storia di chi ha combattuto per rivendicare il diritto delle persone omosessuali a non essere considerate dei criminali, segnando un momento e un passaggio che resteranno indelebili.

GUARDA IL TRAILER

Maray, il gatto assunto come custode di un museo

Aprile 30th, 2016

Maray, il gatto assunto come custode di un museo

Il museo di Serpukhov ha deciso di nominare come custode un bel gattone. C’era un posto vacante nel museo di storia e arte di Serpukhov, a sud di Mosca, e così la direzione ha deciso di assegnare la poltrona al felino. Lui si chiama Maray, ha i baffi lunghi e la coda rossa a strisce. Accoglie i visitatori a modo suo, miagolando qualcosa in cambio di un po’ di carezze. 

«E’ già diventato la nostra mascotte - dicono dallo staff - del pubblico e dei residenti, che da oggi hanno un motivo in più per visitare le mostre». Anche il nome non è stato scelto a caso. I dipendenti del museo l’hanno chiamato Maray in omaggio di Anna Maraeva, una delle più grandi collezioniste di quadri di Mosca

L’«assunzione» è nata per scherzo. Lo staff del museo aveva mandato ai media locali una foto di un «contratto» dove il gatto firmava con una zampa stilizzata scritta a penna la sua nuova assunzione nella struttura. Era un gioco, e invece i giornalisti l’hanno preso sul serio, iniziando a chiamare il museo per chiedere spiegazioni del micio impiegato. 

E’ stato a quel punto che la direzione ha pensato bene di assumerlo veramente, fornendogli pesce e scatolette come stipendio mensile.  

Il gatto bazzicava da tempo attorno al museo, «Era un randagio - proseguono i dipendenti - mentre adesso è diventato una star. Qui ci prendiamo cura di lui ogni giorno: lo coccoliamo, gli compriamo il cibo, lo portiamo a spasso per il museo. La notte? Dorme in una cuccia tutta per lui». Che più che sorvegliare le collezioni, tiene a bada i roditori che abitano nei sotterranei dell’edificio.

Ormai per il pubblico farsi un selfie con lui è qualcosa di «speciale», proseguono dallo staff. Quasi come farsi uno scatto con il marsupiale australiano quokka: l’animale più felice del mondo, e a rischio estinzione. Visto il successo del nuovo arrivato, dalla direzione stanno già pensando di firmare un contratto per un secondo custode a quattrozampe.  


Google presenta il nuovo robot bipede

Aprile 30th, 2016

robot bipede

Google non abbandona le sue ambizioni in ambito robotico. A testimoniarlo è un nuovo progetto del team Schaft, gruppo acquisito dal colosso di Mountain View, presentato durante la conferenza New Economic Summit di Tokyio. Si tratta di un robot bipede in grado di muoversi in maniera molto naturale e fluida, capace di restare in equilibrio su diversi tipi di superficie: spiaggia sabbiosa, rocce, neve e può anche salire le rampe di una scala.

Come si può vedere dal video, il robot è anche in grado di muoversi in presenza di ostacoli, in questo caso dei tubi che vengono posizionati sotto i piedi dell’automa.

Le utilità di un robot di questo tipo sono le più disparate: può rivelarsi molto prezioso in situazioni di emergenza per raggiungere zone pericolose per un essere umano ma anche per svolgere compiti molto faticosi, ad esempio, trasportare carichi molto pesanti. Con alcuni miglioramenti, non è da escludere che il bipede metallico possa trasformarsi in un robot di casa tuttofare, in grado di assistere le persone nella vita di tutti i giorni.

GUARDA IL VIDEO