Benvenuti su

The Live News

Kris Live Music

Archivi per: Novembre 2015

Simili di Laura Pausini

Novembre 29th, 2015

simili di laura pausiniARTISTA: Laura Pausini
TIPO DI CANZONE: secondo singolo estratto dall'omnimo album
ALBUM: Simili (2015)
GENERE: pop
ETICHETTA: Atlantic Records
PRODUTTORI DEL BRANO: Laura Pausini e Paolo Carta
AUTORI DEL BRANO: Laura e Niccolò Agliardi
MUSICHE: Niccolò Agliardi e Edwin Roberts
PRODUTTORI DEL VIDEO: Leandro Manuel Emede e Nicolò Cerioni
CONTENUTO DEL VIDEO: un labirinto di un giardino e la suggestiva villa di Stra, in Veneto.
PROTAGONISTI DEL VIDEO: i giovani attori di "Braccialetti rossi"
INFO: la canzone verrà inserita nell colonna sonora della serie tv sopra citata

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Sono scappata via
quando mi sono vista dentro a un labirinto
senza decidere.

Ospite in casa mia
con sillabe d’amore tutte al pavimento
come la polvere.

Ma arrivi tu che parli piano
e chiedi scusa se ci assomigliamo.
Arrivi tu da che pianeta?
Occhi sereni anima complicata
anima complicata.

Io così simile a te
a trasformare il suono della rabbia.
Io così simile a te
un bacio in fronte e dopo sulle labbra.
La meraviglia di essere simili
la tenerezza di essere simili
la protezione tra esseri simili.

Non mi domando più
se ci sarà qualcuno a tendere la rete
pronto a soccorrere.
Me lo ricordi tu
chi vola impara a sfottere le sue cadute
come a difenderle.
E così fai tu e nascondi piano
la tosse e il cuore nella stessa mano.
Arrivi tu
che sai chi sono.

Io così simile a te
a trasformare il suono della rabbia.
Io così simile a te
un bacio in fronte e dopo sulle labbra.
La meraviglia di essere simili
la tenerezza di essere simili.

Arrivi tu che fai passare
la paura di precipitare.

Io così simile a te
liberi e prigionieri della stessa gabbia.
Io così simile a te
un bacio in fronte e dopo sulle labbra.
La meraviglia di essere simili
la tenerezza di essere simili
la commozione per essere simili.

Quale è il colosso dell'Appennino?

Novembre 28th, 2015

colosso dell'appenninoA Firenze, presso la Villa Demidoff di Pratolino (restaurata recentemente perchè demolita nel 1882), si trova un bellissimo parco con una particolare scultura, detta appunto “Colosso dell’Appennino".

L’opera è stata creata da J. De Boulogne (Giambologna) nella seconda metà del Cinquento, è alta 14 metri ed il simbolo della catena montuosa italiana; in particolar modo è una sorta di uomo imponente ricoperto di fanghi, muschi e licheni vari.

Quale è la particolarità del Colosso? Alcuni narrano che all’interno di esso ci sono passaggi segreti ed un camino nella parte superiore che, una volta acceso, emanerebbe fumo dalla narici mentre nella mano sinistra il gigante tiene un serpente.

Sul Colosso è sorto un celebre motto “Giambologna fece l’Appennino ma si pentì di averlo fatto a Pratolino” perchè tutt’oggi la statua è poco conosciuta e quindi, per esempio, doveva essere collocata a Firenze. Perchè è stata costruita presso la Villa Demidoff? Per ragioni di cuore, poichè Francesco I voleva conquistare una fanciulla di nome Bianca, divenuta successivamente sua moglie, in un clima tranquillo e di magia.

Avete visto il Colosso del’Appennino? Se sì, cosa ne pensate?

Nella macchina di Marracash ft. Neffa

Novembre 28th, 2015

nella macchina di marracash ft neffaARTISTA: Marracash
COLLABORAZIONE: Neffa
TIPO DI CANZONE: terzo singolo estratto dall'ultimo album
ALBUM: Status (2015)
GENERE: pop rap
ETICHETTA: Universal
PRODUTTORE VIDEO: Fernando Luceri
CONTENUTO DEL VIDEO: ci sono dei giochi inerenti al titolo; le parole del testo appaiono nelle targhe delle auto, nel navigatore e nei cartelloni autostradali
DATA DI PUBBLICAZIONE: venerdì 20 marzo 2015

TESTO DELLA CANZONE:

(Neffa)
Sappiamo fare i conti e la ginnastica
Guardare il mare e respirare plastica
Facciamo la rivoluzione se ci va
Ma niente è come stare nella macchina
Nella macchina, nella macchina
Ma niente è come stare nella macchina (x2)

Nato in salotto e cresciuto in armadio
Lavoravo in cucina e vacanza in solaio
Una macchina, frà, è tutto ciò che sognavo
Mi dicevo: "andrò lontano da qui"
Ma a livello acquistavo c'è un po' più che schiavo
Mi ricordo acquistavo di seconda mano
Come un Cristo su un piano, però cartesiano
Oggi ci hanno crocifisso così
Corre forte e brilla come un Dio
Ho provato molte volte a salirci anch'io
Ora in questo traffico di sogni Che ci mette l'uno contro l'altro
C'è troppa frizione tra queste persone Tutte con la mano sul cambio

C'è chi odia la macchina e sbandiera in giro che ne auspica il crollo
Dice da dentro lui sabota il mezzo che perde il controllo
Vista alla guida lo lascia parlare che serve anche Zorro
Anche se sei in una cabrio, frà, ci sei dentro fino al collo
C'è chi sogna una macchina
Che renda l'uomo un po' più simile a una macchina
Chi ne vorebbe una del tempo
Per tornare al momento in cui l'uomo viveva senza macchina
Chi sta assieme a una tipa di cui non si fida
Vorrebbe quella della verità
Chi schiacciato in quella burocratica
Cerca di aprire la sua nuova attività
Chi va a piedi è testardo
Perché ha gli schizzi della macchina del fango
I passeggeri mica sanno dove vanno
Ma stanno comodi lì al caldo, in letargo
Ma c'è chi vede che il paesaggio sta cambiando
Che la macchina oramai non ha più traino
Anche davanti alle evidenze nessuno scende
Perché da sempre niente è stato mai più seducente

(Neffa)
Andiamo in fila, andiamo dritti fino in fondo
Non aspettiamo che qualcuno cambi il mondo
Abbiamo fretta, abbiamo il tempo che ci sfugge

Regression (2015) di Alejandro Amenábar

Novembre 28th, 2015

locandina film regressionREGIA: Alejandro Amenábar
CAST: Ethan Hawke, Emma Watson, David Thewlis, Lothaire Bluteau, Dale Dickey, David Dencik, Peter MacNeill, Devon Bostick, Aaron Ashmore
GENERE: thriller
DURATA: 106 minuti
PAESE DI PRODUZIONE: Spagna e Stati Uniti d’America (2015)
DISTRIBUZIONE: Lucky Red
DATA DI USCITA NEI CINEMA: giovedì 3 dicembre 2015

TRAMA:
Nel Minnesota Bruce Kenner, un detective di una stazione di polizia, svolge i suoi mandati in modo abile e professionale fra i quali quello della ragazzina Angela che dichiara colpevole il padre, John Gray, di gravi abusi; quest’ultimo anche se non ricorda nulla si assume le sue responsabilità.

Successivamente viene chiamato in cura da Raines, uno psicologo che lo costringe ad un’ipnosi regressiva. La terapia si rivela per l’uomo terrificante perchè mischia i suoi vaghi ricordi con: gli appunti del notes di Kenner, le frasi di Angela, quelle della nonna e i suoi incubi.

TRAILER:

Ave, il sistema robot antincendio

Novembre 27th, 2015

ave, domotica antincendioLa soluzione domotica della Ave, per il controllo della massima sicurezza nelle abitazioni, è pensata soprattutto per i locali, i ristoranti e gli hotel; essa si avvale della tecnologia DOMINA Alberghi e di una “rivelazione automatica d’incendio".

L’interfaccia utente ACINT01, insieme al software di gestione degli hotel, monitora e controlla contemporaneamente le centraline antincedio tale da essere gestita, in tempo reale, dall’apposito addetto che evita il sorgere di ulteriori guasti o danni.

Nel caso in cui scoppia un incendio la centralina invia un segnale all’interfaccia e l’utente individua subito dove è sorto l’inconveniente. L’allarme assumerà colore rosso mentre il guasto si tingerà di giallo.

Un’altra funzione dell’interfaccia è quella di registrare i vari eventi indicandone l’ora esatta, tramite appunto la “Rivelazione Automatica Incendio; essi possono essere gestiti dal  menù “Log Allarmi” e in base la categoria visualizzati in modalità “filtro".