Benvenuti su The Live News

Kris Live Music


No vacancy degli OneRepublic ft. Tiziano Ferro

Luglio 25th, 2017

No vacancy degli OneRepublic ft. Tiziano FerroARTISTI: OneRepublic
COLLABORAZIONE: Tiziano Ferro
TIPO DI CANZONE: nuovo singolo pubblicato in tutto il mondo il 28 aprile 2017
GENERE: pop
ETICHETTA: Universal
PRODUTTORI DEL BRANO: Tiziano Ferro e Ryan Tedder
DATA DI PUBBLICAZIONE: venerdì 7 luglio 2017



VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

[Verse 1: Ryan Tedder & Tiziano Ferro]
I used to leave the doors unlocked and leave the lights on
I used to stay awake, just counting hours all night long
I had so many empty rooms inside the chateau
Yeah, oh yeah
I'm done with sharing space with people that I don't know
Trading pieces of my heart 'til I felt shallow
I had so many empty rooms inside the chateau, yeah

[Pre-Chorus: Both, Ryan Tedder]
But ever since I met you
No vacancy because of you
There's no vacancy, no empty rooms
Got no vacancy, ever since I met you
No vacancy because of you

[Chorus: Both, Tiziano Ferro]
Used to be that I felt so damn empty
Ever since I met you, no vacancy
Used to be that I felt so damn empty
Ever since I met you, no vacancy
No vacancy, no vacancy
Prima di te solamente vuoto
Ora tu riempi ogni spazio
Prima di te solamente vuoto
Ora tu riempi ogni spazio
Ogni spazio
Ogni spazio

[Verse 2: Tiziano Ferro]
I used to be the type to never take a chance, oh
Had so many walls, you'd think I was a castle
I spent so many empty nights with faces I don't know

[Pre-Chorus: Both]
But ever since I met you
No vacancy because of you
There's no vacancy, no empty rooms
Got no vacancy, ever since I met you
No vacancy because of you

[Chorus: Both]
Used to be that I felt so damn empty
Ever since I met you, no vacancy
Used to be that I felt so damn empty
Ever since I met you, no vacancy
No vacancy, no vacancy

[Bridge: Ryan Tedder & Tiziano Ferro]
Come on, come on, listen, oh yeah
Ogni spazio
Come on, come on, listen, oh yeah
Tu riempi ogni spazio
When I fell, I fell, I fell, I fell for you
So no vacancy, no vacancy
Tu riempi ogni spazio

[Chorus: Both]
Used to be that I felt so damn empty
Ever since I met you, no vacancy
Used to be that I felt so damn empty
Ever since I met you, no vacancy
No vacancy, no vacancy

[Outro: Ryan Tedder & Tiziano Ferro]
Prima di te solamente vuoto
Come on, come on, listen
No vacancy
Prima di te solamente vuoto
Oh yeah, oh
Ogni spazio
Oh yeah
Ogni spazio
No vacancy

L'esercito del selfie di Takagi e Ketra ft. Lorenzo Fragola e Arisa

Giugno 29th, 2017

L'esercito del selfie di Takagi e Ketra ft. Lorenzo Fragola e ArisaARTISTI: Takagi e Ketra
COLLABORAZIONI: Arisa e Lorenzo Fragola
TIPO DI CANZONE: nuovo singolo estivo
GENERE: pop
ETICHETTA: Sony Music
AUTORE DEL BRANO: Tommaso Paradiso, frontman dei Thegiornalisti
INFO: si tratta di un brano dalle sonorità anni sessanta completamente remixato in chiave moderna
PRODUTTORE DEL VIDEO: Gaetano Morbioli
PARTECIPAZIONI AL VIDEO: Pippo Baudo e Francesco Mandelli
DATA DI PUBBLICAZIONE: venerdì 16 giugno 2017

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Hai presente la luna il sabato sera?
Intendo quella vera
Intendo quella vera
Hai presente le stelle e le torri gemelle?
Quelle che non esistono più
Quelle che non esistono più
E se ti parlo di calcio
E se ti suono un po' il bangio
Dice che sono depresso, che non sto nel contesto, che profumo di marcio
Ma se ti porto nel bosco
Mi dici portami in centro
Perché lì non c'è campo
Poi vai fuori di testa come l'ultima volta

Siamo l'esercito del selfie
Di chi si abbronza con l'iPhone
Ma non abbiamo più contatti
Soltanto like a un altro post
Mmm, ma tu mi manchi
Mi manchi
Mi manchi
Mi manchi in carne ed ossa
Mi manchi nella lista
Delle cose che non ho
Che non ho
Che non ho

Hai presente la notte del sabato sera?
Intendo quella nera
Intendo quella nera
Hai presente la gente che corre in mutande?
Dice che non esistono più
Dice che non esistono più

E se ti parlo di sesso
Carta, forbice o sasso?
Dice che sono depresso
Che non sto nel contesto
Che profumo di marcio
Ma se ti porto nel parco
Mi dici portami in centro
Perché lì non c'è campo
Poi vai fuori di testa come l'ultima volta

Siamo l'esercito del selfie
Di chi si abbronza con l'iPhone
Ma non abbiamo più contatti
Soltanto like a un altro post
Mmm, ma tu mi manchi
Mi manchi
Mi manchi
Mi manchi in carne ed ossa
(Mi manchi in carne ed ossa)
Mi manchi nella lista
(Mi manchi nella lista)
Delle cose che non ho
Che non ho
Che non ho
(Che non ho)

Siamo l'esercito del selfie
Di chi si abbronza con l'iPhone
Ma non abbiamo più contatti
Soltanto like a un altro post
Mmm, ma tu mi manchi
Mi manchi
Mi manchi
Mi manchi in carne ed ossa
(Mi manchi in carne ed ossa)
Mi manchi nella lista
(Mi manchi nella lista)
Delle cose che non ho
Che non ho
Che non ho
(Che non ho)

Voglio ballare con te di Baby k ft. Andrés Dvicio

Giugno 23rd, 2017

Voglio ballare con te di Baby k ft. Andrés DvicioARTISTA: Baby K
COLLABORAZIONE: Andrés Dvicio
GENERE: rap con ritmi latino-americani
TEMA DEL BRANO: l'estate di tutti, l'estate della gente
TIPO DI CANZONE: nuovo singolo per la rapper
PRODUTTORE DEL VIDEO: Mauro Russo
LUOGHI DEL VIDEO: Piscinas in Sardegna, Barcellona, Palma di Maiorca e Città del Messic
DATA DI PUBBLICAZIONE: venerdì 2 giugno 2017

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Yo, Baby K

Faccio un tuffo sotto il sole
Fa già un caldo che si muore.
Questa estate non si dorme
Me la bevo come un cocktail.

Questo ritmo che mi muove
I problemi sono altrove.
Le cuffie sulla testa
Viaggio sotto l'ombrellone.
Prendiamoci le stelle
che il resto non ci serve.
Uscire e fare le sette.

Voglia di andare più forte
non ci basterà questa notte.
Voglio vedere le luci dell'alba cambiare colore.
Voglio ballare con te, soltanto con te.
Non chiedo la Luna, ma ballo con te.
lasciamoci tutto alle spalle io e te.
fino a che nasce il sole.

Spengo tutto per due ore
che mi scordo anche il mio nome.
Bevo birra con limone
senza ghiaccio perfavore.
Andiamo non so dove
diplomiamoci in Hangover.
Scottiamoci la pelle poi cambiamoci colore.
Prendiamoci le stelle
che il resto non ci serve.
Almeno fino a settembre.

Voglia di andare più forte
non ci basterà questa notte.
Voglio vedere le luci dell'alba cambiare colore.
Voglio ballare con te, soltanto con te.
Non chiedo la Luna, ma ballo con te.
lasciamoci tutto alle spalle io e te
fino a che nasce il sole.

Le giornate così lunghe
notti sempre troppo corte.
che ti svegli sulla spiaggia
col rumore delle onde.
e mentre la notte finisce dimmi che male c'è?
se mentre ballo con lui io penso ancora a te.

Voglia di andare più forte
non ci basterà questa notte.
Voglio vedere le luci dell'alba cambiare colore
Voglio ballare con te, soltanto con te.
Non chiedo la Luna ma ballo con te.
Lasciamoci tutto alle spalle io e te
fino a che nasce il sole.
Voglio Ballare con te.
Yo, Baby K.

Onde di Marco Mengoni

Giugno 17th, 2017

onde di marco mengoniARTISTA: Marco Mengoni
TIPO DI CANZONE: primo singolo estratto dall'ultimo EP
ALBUM: Onde EP (2017)
GENERE: elettropop
AUTORI DEL BRANO: Marco Mengoni e Niccolò Contessa
ETICHETTA: Sony Music
INFO: si tratta della versione remixata dell'omonimo brano originariamente pubblicato nel secondo album dal vivo del cantante, Marco Mengoni Live.
PRODUTTORE DEL BRANO: Sondr
PRODUTTORE DEL VIDEO: Alessio Boni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 2 giugno 2017

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Ho provato a guardare il mondo
nei tuoi occhi ho visto solamente cose grandi ed importanti
Come onde nel mare
come macchie sul sole
come alberi e nuvole

Ho provato a guardarmi intorno
però a dire il vero non ho visto quasi niente
Trovo gente che sta male
fare cose senza amore
con il gusto di poterle raccontare

Così sono ancora qui
e tu lo sai non è un ritorno
perché siamo sempre noi
per ogni volta il primo giorno

Come onde nel mare che non restano uguali
si trasformano e fuggono via
Siamo onde nel mare che non muoiono mai
ma si sfiorano e fuggono via
Via da qui
via da qui
Ho provato a vivere con te
e ho scoperto di essere perfetto
se mi guardo nei tuoi occhi
Senza fingere niente,
senza cambiare niente

Così sono ancora qui
ma tu lo sai non è un ritorno
perché siamo sempre noi
per ogni volta il primo giorno.

Come onde nel mare che non restano uguali
si trasformano e fuggono via
Siamo onde nel mare che non muoiono mai
ma si sfiorano e fuggono via
Via da qui
via da qui
(I’ll go away from here, I’ll go away from here…)
Come onde nel mare che non restano uguali
si trasformano e fuggono via
Come onde nel mare che non muoiono mai
ma si sfiorano e volano via
Via da qui
(I’ll go away from here, I’ll go away from here…)
Come onde nel mare
(I’ll go away from here, I’ll go away from here…)

Tra le granite e le granate di Francesco Gabbani

Giugno 8th, 2017

Tra le granite e le granate di Francesco GabbaniARTISTA: Francesco Gabbani
TIPO DI CANZONE: secondo singolo estratto dall'ultimo album
ALBUM: Magellano (2017)
GENERE: pop
ETICHETTA: BMG Rights Management
PRODUTTORE DEL BRANO: Luca Chiaravalli
TEMA DEL BRANO: gli stereotipi dell'italiano in vacanza e del divertimento a tutti i costi
PRODUTTORE DEL VIDEO: Gabriele Lucchetti
DATA DI PUBBLICAZIONE: venerdì 5 maggio 2017

VIDEO:

TESTO DELLA CANZONE:

Oggi il paradiso costa la metà
lo dice il venditore di felicità
in fuga dall'inferno, finalmente in viaggio
la tua vacanza in un pacchetto omaggio

Foto di gruppo, sotto il monumento
turisti al campo di concentramento
e sulle spiagge arroventate
lasciate ogni speranza voi ch'entrate
e-state, nananana

Di dove siete?
com'è che state?
ci state bene?
e-state

Macellerie sudate in coda nei musei
hotel di lusso nei villaggi dei pigmei
mente sana e corpo fatiscente
antologia della vacanza intelligente

La tua vita al largo, da una vita intera
fischia il vento ed urla la bufera
fra le granite e le granate
lasciate ogni speranza voi ch'entrate
e-state, nananana

Di dove siete?
com'è che state?
ci state bene?
e-state

Di dove siete?
com'è che state?
ci state bene?
e-state

Eppure non partiamo mai
ci allontaniamo solo un po'
diamo alla vita un'ora
perché al ritorno sembri nuova

Davvero non andiamo mai
oltre le nostre scuole
muovi il passo, tieni il tempo
gira come gira il vento

Di dove siete?
com'è che state?
ci state bene?
e-state

Eppure non partiamo mai
ci allontaniamo solo un po'
diamo alla vita un'ora
perché al ritorno sembri nuova

Davvero non andiamo mai
oltre le nostre suole
muovi il passo, tieni il tempo
gira come gira il vento

Dietro le nostre spalle
un morso di felicità
davanti il tuo ritorno alla normalità
lavoro e feste comandate
lasciate ogni speranza voi ch'entrate

Di dove siete?
com'è che state?
ci state bene?
e-state

Di dove siete?
com'è che state?
ci state bene?
e-state